CooperativaCooperativa

DONA
 

Il Neuropsichiatra infantile è il medico specialista che si occupa dell’età evolutiva, cioè del periodo che va dalla nascita al termine dell’adolescenza; il suo ruolo consiste in una presa in carico globale, del bambino/ragazzo e della sua famiglia, finalizzata a “prendersi cura” delle problematiche neurologiche, neuropsicologiche e psichiatriche, e a coordinare gli interventi atti a favorire l’acquisizione delle possibili autonomie.

E’ indispensabile una continuità dell’intervento nei suoi momenti di prevenzione, diagnosi precoce e di terapia, da attuare in modo integrato e globale nel rispetto dell’unità somato-psichica della persona.

La presenza del neuropsichiatra al momento della presa in carico e successivamente con controlli periodici, permette di integrare il “lavoro” sulla persona con modalità interdisciplinare garantendo l’unitarietà degli interventi. Il Neuropsichiatra realizza il suo compito con colloqui con i genitori, con valutazioni dirette del bambino/ragazzo (osservazioni generali, test) o nel corso delle osservazioni effettuate con i vari terapisti (osservazioni in compresenza).

Queste valutazioni hanno come obiettivo quello di rilevare contemporaneamente lo stato mentale, neuromotorio e cognitivo del bambino, le strategie che è in grado di utilizzare nel contatto con il mondo esterno e le sue modalità relazionali: la domanda a cui è importante rispondere non è quindi se è possibile colmare il ritardo evolutivo, ma come sviluppare l’autonomia del bambino affinché possa raggiungere il suo “massimo potenziale”, unico e personale.

 

icon-watch
Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Dona
Dona