CooperativaCooperativa

DONA
 

NOTIZIE

 

 DOMENICA 8 OTTOBRE 2017:

GIORNATA NAZIONALE DELLE PERSONE CON SINDROME DI DOWN

 

In collaborazione con

 

 

 

La Giornata Nazionale delle persone con sindrome di Down si celebra ogni seconda domenica di ottobre, da oltre dieci anni, in tutta Italia. L’obiettivo della giornata è quello di promuovere una cultura della diversità, di difendere i diritti delle persone con sindrome di Down e di favorirne l’autonomia e l’inclusione scolastica e nel mondo del lavoro, per garantire loro un futuro sereno.

Domenica 8 ottobre in oltre 200 piazze in tutta Italia, sarà possibile trovare in prossimità di chiese e centri commerciali, i banchetti dei volontari e delle famiglie delle associazioni aderenti al CoorDown che offriranno il consueto messaggio di cioccolato, realizzato con cacao proveniente dal commercio equo e solidale, in cambio di un contributo.

In alcune città la campagna di raccolta fondi inizierà già da sabato 7 e proseguirà anche nei giorni successivi. Per essere sempre aggiornati basta controllare il calendario su www.coordown.it dove si trovano tutti gli altri appuntamenti in programma, tra cui convegni, mostre e spettacoli teatrali.

Per sapere dove trovarci visita la pagina del Coordown!

 

Tutti i fondi raccolti saranno utilizzati per finanziare i progetti di autonomia organizzati sul territorio e dedicati a ragazzi con sindrome di Down!

"Le persone con sindrome di Down non hanno bisogni speciali. Hanno bisogni umani, gli stessi di chiunque altro: studiare, lavorare, avere delle opportunità, far sentire la propria voce ed essere ascoltati. Possono aver bisogno di un sostegno, qualche volta di assistenza vera e propria, ma questo non rende speciali le loro esigenze: a questi temi è dedicata la prossima edizione della Giornata Nazionale delle persone con sindrome di Down"

L’hashtag ufficiale della Giornata Nazionale è #GNPD2017

 

Scarica Cover facebook

 

Scarica Cover twitter

 

Scarica Social Card

 

Guarda il video della nuova campagna Coordown "Not special needs"

 

 

 


 

 

 

SABATO 21 MARZO 2015:
 GIORNATA MONDIALE SULLA SINDROME DI DOWN 
 "THE SPECIAL PROPOSAL"

 

 

Andare a vivere da soli, in una casa propria, è il sogno di molte coppie.

Anche le persone con sindrome di Down hanno gli stessi desideri di chiunque altro e hanno il diritto di vivere una relazione sentimentale, di scegliere una vita autonoma e di costruirsi una famiglia. Stesse opportunità e possibilità di scelta: a questo tema è dedicata la decima edizione della Giornata Mondiale sulla sindrome di Down, in programma sabato 21 marzo 2015.

In Italia, CoorDown Onlus – Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down celebra il World Down Syndrome Day attraverso una campagna di sensibilizzazione per promuovere l’importanza dell’autonomia e il diritto a scegliere una dimensione residenziale indipendente con questo video The Special Proposal, realizzato, per il quarto anno consecutivo, con la collaborazione dell’agenzia di pubblicità Saatchi & Saatchi.

I protagonisti del docu-reality, prodotto da Filmmaster, sono Salvatore e Caterina, una coppia di adulti con sindrome di Down dell’Associazione Italiana Persone Down che da anni sta seguendo un percorso di autonomia abitativa e che ha il sogno di andare a vivere insieme.

L’indipendenza abitativa è il punto di arrivo di un lungo percorso di crescita e di acquisizione di consapevolezza della propria identità: molti giovani e adulti con sindrome di Down possono raggiungere gradualmente, nel corso degli anni, un livello di autosufficienza nella gestione della vita quotidiana e di autodeterminazione, grazie al supporto e alla collaborazione delle famiglie che incoraggiano il processo di “distacco” e al lavoro degli educatori coinvolti nei singoli progetti sul territorio. A questo proposito, il prossimo 20 Marzo, CoorDown parteciperà alla Conferenza Mondiale sul World Down Syndrome Day dal titolo “My opportunities, My Choices – Enjoying Full and Equal Rights and the Role of Families” che si terrà a New York nel quartier generale delle Nazioni Unite. In quell’occasione presenterà la campagna 2015 e condividerà l’esperienza delle sue associazioni aderenti sul tema dell’autonomia e della residenzialità.

 

 

 

Scarica la locandina

Guarda lo spot 

 

 

 

L'inaugurazione della mostra si terrà sabato 9 maggio 2015 alle ore 17 presso la sede del Museo della Fotografia, vicolo San Faustino 11/d. 

mostra-fotogarfica

Il progetto fotografico realizzato con pellicole istantanee in collaborazione con i ragazzi, le ragazze e gli educatori professionali  del progetto Prove di Volo del CBD – centro bresciano down – nasce da una riflessione di Silvano Peroni ed Ernesto Mezzera. Durante l’estate, da una terrazza in riva al lago, si è deciso di dare continuità  al precedente progetto fotografico, realizzato nel 2012, “La Settima onda” che vedeva coinvolti i fotografi  Massimo Alfano, Enrico Beneduce, Elena Bertelli,  Marco Bianchetti, Manuel Colombo, Ernesto Mezzera,  Marco Pasinelli,  Franca Perletti,  Silvano Peroni, Laura Predolini e  Antonella Panteghini con la presentazione di un significativo testo di Stefania Balotelli.

 In quell’occasione ogni fotografo aveva il compito di ritrarre i ragazzi e le ragazze del CBD – centro bresciano down - ognuno col proprio stile e sensibilità.

E’ stato realizzato un lavoro di grande sensibilità  che ha promosso il lavoro di inclusione sociale delle persone con sindrome di Down, permettendo agli spettatori accorsi alle tante mostre ed ai convegni realizzati in provincia di Brescia e alla mostra nell’ambito della fotografia europea a Reggio Emilia, di familiarizzare con le attività del CBD.

 In questa nuova ed entusiasmante avventura i ragazzi e le ragazze del progetto Prove di Volo, hanno seguito con interesse e poi con passione il percorso fotografico proposto da Silvano Peroni, attraverso sei incontri pomeridiani, confrontandosi con un mezzo fotografico semplice ed intuitivo, cercando di narrare le loro storie ed il senso dello sguardo personale verso l’altro da sé.

In accordo con gli obiettivi educativi del progetto Prove di Volo che sostengono l’autodeterminazione della persona con sindrome di Down, Silvano Peroni ha spostato i ragazzi e le ragazze dietro l’obiettivo fotografico, invitandoli a scattare.

Ed è stato un passaggio fondamentale questo, il nesso che ha legato l’ambito della fotografia a quello della pedagogia.

Un’esperienza corale, a più voci, condivisa dai ragazzi e le ragazze del progetto Prove di Volo – Alice Orizio, Daniela Libretti, Paola Ferrari, Paola Medaglia, Lucia Turla, Francesco Del Pero, Mauro Betturini, Lorenzo Bettera, Stefano Pedretti, Denis Horilili, Alessandro Borghesi, Daniele Rivadossi, Alessia Bertoli, Riccardo Donzelli, Luca Carboni, Fabio Rossi, dai fotografi Silvano Peroni, Roberta Rubagotti, Franca Perletti, Luca Peroni, dal coordinatore del progetto Prove di Volo dott. Alessio Belleri, dagli educatori professionali dott. Ennio Ferrada, dott.ssa Elisa Conforti, Alessandro Febbrari, dal presidente del CBD Marco Colombo e dal direttore sanitario dott.ssa Valeria Suardi, dalla dott.ssa Luisa Bondoni del Museo della Fotografia di Brescia.

Un ringraziamento particolare a Edy, Mirko, Cinzia Mezzera, per il sostegno alla realizzazione di questo progetto.

 

 

Da un'idea del nostro caro amico Ernesto Mezzera...

 

 

icon-watch
Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Dona
Dona